lunedì 30 agosto 2010

Confettura di fichi al brandy

Per chiudere agosto in bellezza mi sono dilettata a preparare dell'ottima confettura di fichi 
    

Ho trovato, al mercato, dei bei fichi bianchi maturi circa 3,5 kg., li ho sbucciati e tagliati, messi in una pentola con 1 kg. di zucchero circa e un po' di succo di limone. Una volta raggiunta la giusta consistenza li ho trasferiti  nei barattoli sterilizzati e ho aggiunto un cucchiaino di brandy. Infine li ho chiusi e messi capovolti a raffreddare.

sabato 28 agosto 2010

Zucchine, melanzane sott'olio e dulcis in fundo..peperoncino sott'olio

Sempre al mercato, ho trovato anche delle ottime zucchine e melanzane da fare sott'olio aromatizzando con i profumi di fine estate come basilico e origano.


Le verdure sono state pulite, messe sotto sale per far scolare l'eventuale "amaro" e cotte in 2 o 3 minuti in una pentola portata in ebollizione con aceto bianco, un po' di vino bianco, acqua e un pizzico di sale grosso. Successivamente sono state scolate e messe su un canovaccio ad asciugare bene per almeno 12 ore.



Ibfine sono state riposte in vasetti sterilizzati aromatizzati con olio d'oliva, aglio ed erbe di stagione e...

..Dulcis in fundo..



peperoncini piccanti lasciati leggermente essiccare e messi in barattolo tagliati a pezzetti alternando il sale e olio extra vergine di oliva.

Il consiglio della cuoca^^: 
le conserve non vanno consumate prima di un mese!!

giovedì 12 agosto 2010

Crostata di ricotta e crostata all'amaretto

Due crostate alla ricotta, una con l'aggiunta di amaretti. Semplici e gustose




per la pasta frolla

250 g di farina 00
125 g di zucchero semolato
un cucchiaino da caffè di lievito per dolci
un pizzico di sale
80 g circa di burro
2 uova (un tuorlo e uno intero)

per il ripieno

250 g di ricotta di mucca
un tuorlo d'uovo
70 g di zucchero semolato
un po' di marsala o rum per aromatizzare

per renderlo più ricco si possono aggiungere scaglie di cioccolato, granella di nocciole o mandorle, canditi a piacimento.


Sbattere il tuorlo con lo zucchero finchè diventa spumoso, aggiungere un po' di marsala o rum, poi amalgare la ricotta e gli altri ingredienti a piacimento.

Mettere in forno (non ventilato) a 160 gradi per 30 minuti

La crostata all'amaretto


per la frolla seguire le indicazioni come sopra

per il ripieno 

250 g. di ricotta di mucca
200 g. di amaretti
50 g. di zucchero semolato
1 tuorlo d'uovo

così come sono elencati gli ingredienti, formare una palla e mettere in frigo

Per prima cosa prendere gli amaretti e ridurli in polvere nel mortaio.

Sbattere il tuorlo d'uovo con lo zucchero semolato finchè diventa spumoso, amalgamare la ricotta senza lasciare grumi e poi un po' alla volta gli amaretti in polvere fino ad ottenere una crema omogenea e morbida.

Infornare il tutto sempre a 160 gradi per 30 minuti circa a forno normale (non ventilato)

martedì 10 agosto 2010

Soffioni di ricotta


Dolci tipici abruzzesi che si regalano a Pasqua a base di uova e ricotta in un involucro di pasta sfoglia dolce



per la base della pasta sfoglia

300 g farina
4 cucchiai di zucchero
4 cucchiai di olio
3 uova piccole


per il ripieno
500 g ricotta freschissima di mucca molto compatta
5 uova
5 cucchiai colmi di zucchero
scorza di 1 limone
1 pizzico di sale
un goccio di Rum o Marsala o Aurum



per decorare
zucchero a velo 

Per prima cosa preparate la base come se si trattasse di una pasta sfoglia all'uovo, impastate velocemente tutti gli ingredienti, formate una palla e mettetela a riposare in frigorifero.
Preriscaldate il forno a 160 gradi e nel frattempo preparate il ripieno.
Dividete le uova e sbattete i tuorli con lo zucchero fino a che saranno spumosi, unite la ricotta setacciata e la scorza di limone. Dovrete ottenere una crema liscia.
Montate a neve gli albumi con un pizzico abbondante di sale ed uniteli al composto cercando di non smontarli.
Riprendete la pasta e stendetela dello spessore di 3 o 4 mm e ricavatene dei quadrati di circa 12 centimetri di lato (potete usare la macchina per la pasta) con cui fodererete una teglia da muffins oppure i pirottini di alluminio,  fate in modo che gli angoli dei quadrati rimangano all'esterno della cavità.
Riempite parzialmente con circa 2 cucchiai di crema di ricotta e ripiegate gli angoli della pasta all'interno senza sigillarli.
Cuocete a 160 gradi per circa 50 minuti (dipende dal forno che avete, ma la cottura deve essere del tipo tradizionale, quello ventilato è troppo forte).


Lasciate raffreddare i dolcetti e spolverizzateli con lo zucchero a velo.

Il consiglio della cuoca^^
potete servire i dolcetti accompagnati da una riduzione al mosto cotto

domenica 8 agosto 2010

Crostata di crema e fragole

Cosa c'è di meglio che iniziare con una buona e semplice crostata di crema e fragole?!




Prima di tutto lavate le fragole e tagliatele della forma che più vi piace, mettetele in un piatto con un po' di zucchero e succo di limone e lasciatele riposare.
A seguire, invece, vi riporto gli ingredienti per la pastafrolla:

250 g di farina bianca 00
125 g di zucchero semolato
un pizzico di lievito per dolci
80 g circa di burro morbido
2 uova, uno intero e un tuorlo

Lavorate velocemente l'impasto e fatelo riposare in frigo, poi stendete la pasta dello spessore di 1cm (ca.) e mettete in una teglia con sopra della carta di alluminio, fate cuocere in forno a 160° per 30 minuti.

Durante il tempo di cottura della base, preparate la crema pasticcera: sbattete 3 tuorli con 3 cucchiai colmi di zucchero fino ad ottenere un composto spumoso, mettete un po' alla volta i 3 cucchiai di farina setacciata ed infine il latte, circa mezzo litro. Poi trasferite il tutto in un pentolino a fiamma bassissima e girate costantemente per evitare di fare i grumi finchè non si addensa. Usate il cucchiaio di legno per verificare la densità della crema.

Infine togliete la frolla dalla teglia e metterla su un piatto delle stesse dimensioni, mettete la crema pasticcera spalmandola bene e decorate a piacimento con le fragole. Per rendere più vivace il colore delle fragole spennellatele con della gelatina per dolci.

Il consiglio della cuoca^^:
se vi avanza della pasta, potete fare dei biscotti con le formine da mettere come decorazione intorno alla crostata! 

domenica 1 agosto 2010

Plumcake e zucchine sott'olio

Nel mese di agosto mi diletto a fare sott'oli, marmellate e conserve per gustarle poi d'inverno in particolare nel periodo natalizio. Ho preparato le zucchine sott'olio, provenienti direttamente dalla campagna romana di mia cognata! Possono essere gustate in vari modi, ad esempio accompagnate da un ottimo plumcake al formaggio e olive come antipasto per qualsiasi occasione.




Gli ingredienti sono i seguenti:
300 gr (circa) di farina 00
una bustina di lievito istantaneo
20 gr di parmigiano o pecorino grattugiato*
100 gr di provolone dolce*
100 gr di prosciutto cotto a dadini
olive nere a pezzetti q.b.
100 ml di olio di semi o di oliva
100 ml di latte
3 uova
(*Per quanto riguarda i formaggi ho utilizzato quelli di un caseificio della mia zona.)


Invece per le zucchine vi propongo di fare così:
Lavate le zucchine e privatele delle estremità, poi tagliatele come preferite. Una volta asciutte su un canovaccio, portate ad ebollizione aceto, vino bianco, un po' d'acqua, un pizzico di sale e per aromatizzare spezie a piacimento. Immergete le zucchine un poco alla volta facendole cuocere per circa 3 minuti. Quindi scolatele e adagiatele su un panno per poi lasciarle asciugare per 12 ore. Sistemate le zucchine in vasetti con gli aromi che avete scelto e versate l'olio. Infine chiudete i vasetti senza creare bolle d'aria e poneteli in un luogo fresco e asciutto, possibilmente al buio.

Il consiglio della cuoca ^^ : create delle etichette con la data di preparazione!
Related Posts with Thumbnails