martedì 27 settembre 2011

Zucchine sott'olio con noci e limoni

Un'estate che non finisce mai!
Mi sono divertita a fare questa bella ricettina vista su un giornale, molto sfiziosa e stuzzicante! Ottime come antipasto o per contorno....zucchine arrotolate con dentro le noci profumate con fette di limone.


Di facile realizzazione. Solo un po' di pazienza per arrotolarle e sistemarle nei barattoli! Bisogna prendere delle belle zucchine sode 1 kg., gherigli di noci circa 200 gr., 2 limoni non trattati, aceto di vino bianco circa 1 litro, olio d'oliva e sale grosso.
Per prima cosa dovete lavare i limoni tagliarli a fette e sistemarle in uno scolapasta spargendoli di sale grosso per 24 ore.
Quindi il giorno dopo lavare le zucchine tagliarle a nastro e scottarle in aceto, scolarle e lasciarle asciugare in un canovaccio.
Arrotolare un nastro di zucchine intorno a mezzo gheriglio di noce e man mano sistemarli dentro i vasi sterilizzati. Terminato il primo strato coprite con le fette di limone asciugate e ripetete gli strati fino ad un cm dal bordo finendo con i limoni.


Coprire di olio fino ad un centimetro dal bordo, chiudere ermeticamente! Sterilizzate per 20 minuti e conservate non oltre 6 mesi!

venerdì 23 settembre 2011

Verdure miste sott'olio

Si continua a conservare tutto il meglio dell'estate. Verdure miste sott'olio! Avevo delle belle zucchine, cipolle e melanzane comprate al mercatino rionale.


Lavare le verdure e tagliarle a listarelle sottili possibilmente dello stesso spessore: Portare ad ebollizione l'aceto di vino bianco e un pizzico di sale (per un chilo di verdure 5 dl di aceto). Scolatele e mettetele in un canovaccio ad asciugare per 12 ore. Suddividere le vedure nei vasetti di vetro sterilizzati aromatizzando con dell'origano e se volete anche del peperoncino, riempiteli con l'olio. Chiudere ermeticamente e conservare in luogo asciutto e buio.
Potete servirle come contorno per accompagnare un pollo arrosto o per arricchire una bruschetta! Che profumo!

lunedì 19 settembre 2011

Muffins golosi

Buongioooorno! Rallegriamo questa giornata con dei dolcetti per grandi e piccini, colorati ma molto molto buoni! Semplici da fare! Eccoli qua...................


La ricetta base è sempre la solita sia per farci un ciambellone che una torta, per dosare si prende un vasetto di yogurt da 125 gr.:
3 uova intere
2 vasetti di zucchero
1 vasetto di olio di mais
2 vasetti di yogurt (il gusto che vi piace di più)
6 vasetti circa di farina 00
1 bustina di lievito
potete aggiungere 1 cucchiaio di cacao e nocciole o mandorle tritate


La preparazione è molto semplice, prima battere le uova con lo zucchero, poi via via tutti gli ingredienti liquidi e poi le farine ed infine le mandorle, nocciole, scaglie di cioccolato, ecc...
Mettere negli stampini e cuocere in forno a 160° per 30 minuti circa.


Per la decorazione basta scavare leggermente al centro (ho usato una forma a cuore e a fiorellino) e aggiungere della crema di nocciole, marmellata o della ricotta zuccherata, yogurt compatto e decorare con le codette colorate, confettini al cioccolato.....potete sbizzarrirvi in creatività!


Mi sono divertita molto!

venerdì 16 settembre 2011

Biscotti morbidi alle mandorle

Carissimi, nonostante il caldo implacabile, non posso fare a meno di accendere il forno e sfornare deliziosi biscotti. E' doveroso la mattina mangiare qualcosa di buono per affrontare meglio la scuola o il lavoro!
La ricetta dei biscottini è semplice tratto da un libro scritto tutto in dialetto abruzzese da una simpatica signora che vive in un borgo antico molto bello e suggestivo, Caramanico, in provincia di Pescara.


Assomigliano un po' ai cantuccini ma non lo sono, sono morbidi e leggermente croccanti all'esterno. Bisogna aumentare la farina per farli venire più duri!
Gli ingredienti sono:
5 uova
500 gr. di zucchero
500 gr. circa di mandorle con o senza buccia
450 gr. di farina 00
una bustina di lievito
la buccia di limone grattugiata
La preparazione è molto semplice, bisogna prima battere i bianchi a neve poi aggiungere lo zucchero, i tuorli, la farina e la bustina di lievito ed infine la buccia di limone e le mandorle.
Impastare gli ingredienti dal basso verso l'alto.
Si mette in una teglia larga in modo da formare due o tre strisce di impasto (se fosse troppo morbido aggiungere più farina). Cuocere per circa un quarto d'ora, dopo tagliarli a bastoncini rimettendoli in forno finchè non vedete la doratura.


Nell'impasto potete mettere quello che volete, cioccolato, canditi, nocciole...sempre secondo i vostri gusti! Profumo di casa!


Ecco a voi il libro a cui mi sono ispirata e prenderò altre ricette gustose e perchè no un po' rivisate.

lunedì 12 settembre 2011

Marmellata di fichi, cannella e mandorle

Anche quest'anno non potevo non fare la marmellata di fichi, sempre con qualche variazione o gusto in più. Devo dire che sono dolcissimi e se ne trovano pochi perchè non ha piovuto ad agosto ma andando per mercatini alla fine li trovo.
Ricetta semplice e classica. Bisogna scegliere fichi verdi ben maturi e possibilmente non trattati. 
Personalmente tolgo la buccia, mi piace gustare solo la polpa. Una volta puliti e sbucciati, tagliarli a metà e metterli in una teglia con il fondo spesso. Aggiungere lo zucchero circa 400 gr. per ogni chilo di fichi, dipende da quanto siano dolci. Cuocere a fiamma molto bassa insieme alla buccia di limone, mescolando molto spesso, fino a quando facendo cadere una goccia su un piattino leggermente inclinato, questa si rapprenderà senza scivolare via.


Aggiungere nel frattempo anche le mandorle spellate (circa 100 gr.) e della cannella. Versate la marmellata in vasetti sterilizzati e profumati con del brandy. Lasciarli raffreddare a testa in giù, poi capovolgere e riporre in luogo fresco e buio.


Ho fatto anche dei barattolini piccoli da aprire per gustarli con del buon pecorino abruzzese, ma anche con della ricotta di capra, prosciutto crudo....insomma quello che più vi gusta per ricette sempre originali.
A presto...........



venerdì 9 settembre 2011

Peperoncini ripieni sott'olio

Non potevano mancare nella lista dei miei sott'oli preferiti, i peperoncini ripieni con tonno! Gustarli tra due mesi perchè no alla Vigilia di Natale è una soddisfazione per il palato!


La ricetta l'ho presa su "Conserve dolci e salate" di Sale&Pepe, la preparazione è così: bisogna prendere i peperoncini circa 40-60 lavarli in acqua fredda, eliminare il picciolo, i semi e le nervature bianche. Portare ad ebollizione un libro di aceto bianco e un litro di vino bianco e una manciatina di sale grosso. Immergere i peperoncini e portare per un minuto a bollore.
Metterli poi su un telo capovolti e ad asciugare per 2-3 ore girandoli agni tanto.
Nel frattempo preparare il ripieno mettendo nel mixer il contenuto di  2 scatolette di tonno da 160 gr., capperi dissalati, 100 gr. di acciughe dissalate e sciacquate bene o pasta di acciughe, un cucchiaio di maggiorana e 2 cucchiai di prezzemolo. Frullare fino ad ottenere un composto omogeneo.


Riempire i peperoncini mettendoli dentro i vasetti sterilizzati con olio extra vergine d'oliva fino a coprirli bene. Chiudere ermeticamente.
Per una migliore conservazione potete mettere dei dischetti di plastica perchè non salgano in superficie e potete sterilizzarli in acqua per 25 minuti. Riporli in luogo fresco e buio.


martedì 6 settembre 2011

"Cheese-ciambella" alla nutella

Eccomi qua, devo sempre sperimentare qualcosa! Che fatica però!
Per il compleanno di mia figlia Veronica ho fatto questo dolce fresco e soprattutto goloso!
Cheesecake  a forma di ciambella o meglio lo stampo è della bavarese!


Gli ingredienti sono:
250 gr. di ricotta morbida e cremosa
200 gr. di panna montata
3 fogli di colla di pesce
1 barattolo di nutella o altra crema da spalmare
150 gr. di biscotti secchi
80 gr. di burro
per decorare confettini colorati

Ho preso una teglia a forma di ciambella e all'interno l'ho rivestita di pellicola. Il procedimento (vedi cheesecake al cioccolato) è all'inverso, prima ho fatto la crema, ho lasciato per diverse ore in frigo per farla rapprendere e poi ho messo l'impasto dei biscotti secchi con il burro. Ho lasciato il tutto ancora per un paio d'ore.


Ho rovesciato su un piatto da portata togliendo delicatamente la pellicola e con dei confettini sia di cioccolato che di zucchero ho decorato la torta, bella vero! Auguriiiiiiiii!!!

giovedì 1 settembre 2011

I pastori

Settembre, andiamo. E' tempo di migrare.
Ora in terra d'Abruzzi i miei pastori
lascian gli stazzi e vanno verso il mare:
scendono all'Adriatico selvaggio
che verde è come i pascoli dei monti.

Han bevuto profondamente ai fonti
alpestri, che sapor d'acqua natía
rimanga ne' cuori esuli a conforto,
che lungo illuda la lor sete in via.
Rinnovato hanno verga d'avellano.

E vanno pel tratturo antico al piano,
quasi per un erbal fiume silente,
su le vestigia degli antichi padri.
O voce di colui che primamente
conosce il tremolar della marina!

Ora lungh'esso il litoral cammina
la greggia. Senza mutamento è l'aria.
il sole imbionda sì la viva lana
che quasi dalla sabbia non divaria.
Isciacquío, calpestío, dolci romori.

Ah perché non son io cò miei pastori?

(G. D'Annunzio)
Related Posts with Thumbnails