giovedì 5 dicembre 2013

Tortino di patate con speck e caciocavallo

Due giorni fa, a cena, ho fatto questo gustosissimo tortino di patate. Mi era avanzato dello speck e la crema di zucca e voilà......


Ho lessato 1 kg di patate circa, tagliate a dadini in acqua e latte fino a copertura. A cottura ultimata, il liquido dovrà essere assorbito, ho regolato di sale e ho passato il tutto nello schiacciapatate per 2 volte. Ho messo la purea in una ciotola e ho aggiunto 30 g di burro, 50 g di parmigiano, 100 g circa di caciocavallo tagliato a cubetti piccoli e lo speck in una fetta sola di circa 100 g tagliato a listarelle e passato in padella senza olio e fatto rosolare (ne ho tolto un po' per decorare il tortino). Ho imburrato una teglia della forma che preferite e versato il composto. Ho cosparso sopra del parmigiano e dei fiocchetti di burro, ho coperto con un foglio di alluminio e cotto in forno a 200 gradi per 30 minuti, dopo di che ho tolto l'alluminio e l'ho fatto gratinare per 10 minuti.
Togliere dal forno e lasciare riposare un po'.


Ho preso un tagliabiscotti a forma di fiore piuttosto grande (poteva essere anche una stella, un cuore) e l'ho rimesso in forno per qualche minuto.
Ho decorato con il rimanente speck rosolato ma reso croccante e intorno la crema di zucca che avevo fatto a pranzo.

martedì 3 dicembre 2013

Penne all'orzo con zucca e speck

Le ricette a base di zucca sono fantastiche, per il gusto, il colore e le sue proprietà ben note.
Oggi, per pranzo, un piatto molto, molto sfizioso con pasta all'orzo, zucca cotta al microonde e speck.


Ingredienti per 4 persone
350 g di penne all'orzo
50 g di speck in una fetta sola
400 g di zucca pulita
cipolla, aglio, una foglia di alloro, acqua, sale
olio extra vergine d'oliva

Preparazione: pulire la zucca togliendo la buccia, tagliarla a cubetti non troppo piccoli e metterla in un contenitore per microonde insieme a 30 g di olio extravergine d'oliva, 20 g di cipolla tagliata a fette, uno spicchio d'aglio, una foglia di alloro, 100 g di acqua e 4 g di sale fino. Cuocere in forno a microonde per circa 30 minuti alla massima cottura interrompendo ogni 10 minuti per mescolarla, per una cottura uniforme.
Frullate una piccola quantità di zucca togliendo gli aromi.
Nel frattempo mettete a lessare la pasta in acqua bollente salata e in un padellino antiaderente rosolate lo speck tagliato a fiammifero, lentamente, fino a diventare croccante.
Scolate la pasta e trasferite in una padella con i dadini di zucca e un cucchiaio di crema frullata e mantecate, alla fine versate dell'olio evo.
Trasferite la pasta con la zucca nei piatti e aggiungete un cucchiaio di speck. 

martedì 26 novembre 2013

Decori per la casa 2

Buongiorno, giornata alquanto invernale, tanta pioggia e qualche fiocco di neve...continuo con i miei decori con carta riciclata e la tecnica del quilling, meglio dell'uncinetto e della maglia!!!!!


Una casetta portachiavi è diventata un armadio per vestitini di carta decorata, tulle e bottoni riciclati, profumati alla lavanda.


Vasetti di Villa d?Este decorati con fiori e cuori con la tecnica del quilling e carta riciclata dei biscotti.


Decori per ogni angolo della casa sempre con la tecnica dl quilling e carta riciclata


Per info e curiosità potete scrivermi e se volete sapere qualcosa in più ho aggiornato la pagina di Dulcis in carta in alto a dx :)

giovedì 21 novembre 2013

Tortini di sfoglia con cuscus, verza e pollo

Tortini di cuscus come antipasto o un piacevole e gustoso fingerfood con verdura di stagione come la verza.




Gli ingredienti per questa ricetta sono:

un rotolo di pasta sfoglia
1 etto di cuscus precotto
metà verza
2 etti di petto di pollo
alcune fette di provolone piccante
cipolla. aglio, olio e.v.o., sale


Preparazione: Tagliare la verza a julienne e cuocerla lentamente in una padella con olio evo e cipolla tritata. Salare a fine cottura. Nel frattempo in un'altra padella rosolare con aglio, un rametto di rosmarino (che poi ho entrambi tolto) e olio extravergine d'oliva il petto di pollo tagliato a cubetti fino a completa cottura. Salare e pepare.
A parte ho preparato del brodo vegetale. 
Ho preso una teglia larga, versato del brodo vegetale ed un po' di olio, ho aggiunto il cuscus livellandolo bene con un cucchiaio e lasciato riposare in modo che la semola abbia assorbito il brodo. Poi ho unito la verza e il petto di pollo amalgamando bene.
Ho preso dei pirottini di alluminio, li ho foderati con la pasta sfoglia ritagliata e ho inserito un pezzetto di formaggio e il cuscus condito. Ho chiuso e spennellato con un uovo leggermente sbattuto.  
Ho infornato in forno già caldo a 200 gradi per 20 minuti.

I tortini si possono accompagnare anche con una crema di zucca o di patate profumata al coriandolo.

mercoledì 20 novembre 2013

Neole ai fiori di lavanda

Oggi ripropongo le neole o pizzelle abruzzesi profumate di solito con semi di anice, con fiori di lavanda essiccati acquistati in erboristeria. E' un "biscotto" molto versatile, da gustare in ogni momento. Il profumo è delicato e il retrogusto fresco, molto piacevole.



Gli ingredienti sono per circa kg. 1,5 di neole
6 uova
60 g di olio di semi di mais
200 g di zucchero semolato
400 g circa di farina "0"
30 g di farina di mandorle
un cucchiaino raso  da caffè di fiori di lavanda essiccati

Procedimento: emulsionare bene con la frusta a mano le uova intere e l'olio, aggiungere
lo zucchero e montare con la frusta elettrica per pochi minuti ed infine un po' alla volta amalgamare la farina di mandorle e la farina "0" fino ad ottenere una crema molto densa.
Unire i fiori di lavanda con una spatola.
Riscaldare bene la macchina per le ferratelle e procedere alla cottura per il tempo necessario. 

venerdì 15 novembre 2013

Decori per la casa

Sono in piena attività creativa, decori per la casa con carta riciclata, nastri, tulle, bottoni che abbiamo in casa, con la tecnica del quilling e non, per apparecchiare la tavola, regalare un pensiero....








Per info, scrivetemi





....a presto decori natalizi

lunedì 30 settembre 2013

Penne rigate con orzo alle crema di ceci e composta di cipolle

Non avevo postato questo piatto in quanto avevo avuto un problema di virus nel blog, brillantemente risolto. 
Piatto autunnale con prodotti della filiera corta.




Ingredienti:
300 g di ceci abruzzesi (sono piccoli)
carota, sedano, cipolla e una foglia di alloro
un rametto di rosmarino, uno spicchio d'aglio, olio evo, sale
300 g di cipolle bianche
40 g di zucchero semolato
500 g di Montepulciano d'Abruzzo
350 g di penne rigate con orzo Del Duca

Iniziamo nel preparare la composta di cipolle: tagliate le cipolle a julienne e caramellatele a fuoco bassissimo con lo zucchero, cuocetele con il Montepulciano fino a quando non diventa una confettura.
Per quanto riguarda i ceci, li ho messi in ammollo il giorno prima almeno per 12 ore e poi li ho lessati con le verdure e la foglia di alloro mettendo il sale a fine cottura. Poi ho appassito l'aglio e il rosmarino nell'olio e quando si è insaporito li ho tolti e ho messi i ceci con circa metà dell'acqua di cottura, ho lasciato insaporite e poi li ho frullati (non molto a lungo, ho preferito un po' granulosa). 
Nel frattempo ho messo a cuocere la pasta circa 350 gr. e condito con la crema di ceci e una quenelle, in ogni piatto, di composta di cipolle, aggiungere un filo d'olio evo. 

Si può aggiungere, per dare più intensità al piatto e corposità, della pancetta tagliata molto sottile e resa croccante ripassata in padella.

martedì 24 settembre 2013

Plumcake ai fichi e nocciole

Buongiorno a tutti, il dolce di oggi è di stagione, fatto con fichi freschi ben maturi per una sana colazione o per il te del pomeriggio.




Gli ingredienti per il plumcake sono:

300 g di farina (100 gr. di farro e 200 gr. di 00)
200 g di zucchero
100 g di burro
3 uova
300 g circa di fichi molto maturi
50 g di granella di nocciole
una bustina di lievito per dolci

Preparazione: pulire i fichi, togliere la buccia e metterli in un piatto e schiacciarli con una forchetta. Nel frattempo in una terrina sbattere le uova intere con lo zucchero fino a quando non diventano spumosi. Unite il burro fuso un po' alla volta continuando a girare dopodichè unite le farine ed il lievito incorporandole piano piano con una frusta a mano, quando il composto sarà ben amalgamato versare la granella di nocciole e la crema di fichi. Personalmente ho versato il composto dentro 3 stampi da plumcake medi foderandoli con della carta da forno bagnata a strizzata. Sopra ho aggiunto ancora dei fichi e un po' di zucchero di canna per dare una bella colore dorato. Ho messo in forno preriscaldato a 170° per 40-45 minuti.


Morbido e profumato...autunnale.....

venerdì 13 settembre 2013

Involtini di melanzane alle sagne ritorte limone e pepe

Buongiorno, oggi una ricetta per pranzo, tipica della cucina mediterranea. La pasta è particolare, sono sagne ritorte al limone e pepe del pastificio Del Duca di Lecce. Con questa ricetta continuo a partecipare al contest Posta la Pasta de I Luoghi dell'anima.


Gli ingredienti sempre della filiera corta, melanzane tonde, pomodori, peperoni, cipolla bianca, basilico, olio extravergine d'oliva e la pasta Sagne ritorte limone e pepe
Il procedimento è il seguente: prendere una melanzana tonda, lavarla, pulirla e farla a fette, mettere sulla piastra e arrostire, condirle con un po' di sale, olio evo e prezzemolo tritato. Poi mettere sulla piastra o in forno come preferite il peperone rosso, spellarlo, togliere i semi e tagliarlo a dadini così come i pomodori tuffati in acqua bollente e poi in acqua fredda, spellati privati di semi e ridotti a dadini.
Tagliare a julienne mezza cipolla far saltare in padella a fuoco moderato ed aggiungere i peperoni e i pomodori, cuocere per 15 minuti circa, salare alla fine, nel frattempo portate l'acqua in ebollizione e cuocete la pasta.

Prendete un piatto mettete la salsa di pomodoro e peperoni, adagiate gli involtini di pasta e melanzane e irrorate con dell'olio evo al basilico. Il gusto è intenso dovuto al sapore della pasta che completa il piatto. Buon appetito!!





mercoledì 11 settembre 2013

Visita Resort Antonello Colonna

Il 9 settembre ho avuto il piacere di visitare il Resort di Antonello Colonna presso Labico provincia di Roma per una lezione interessante di conoscenza del suo progetto, nell'ambito di un corso che sto svolgendo, per la valorizzazione della cultura enogastronomica abruzzese. In questa occasione ci è stato donato il suo unico libro di cucina, interessante e prezioso.


Basta leggere la sua prefazione per capire che si tratta di un personaggio eclettico

"...Chi lo avrebbe mai detto. Chi avrebbe mai scommesso che un giorno o l’altro si sarebbe trovato di fronte a un libro che raccogliesse le ricette fondamentali di Antonello Colonna, che in tanti anni di attività ha sempre dichiarato con convinzione che mai e poi mai avrebbe scritto un’opera in cui l’esaltante esperienza dei sapori si sarebbe dovuta ridurre a grammature, tempi di cottura e procedimenti vari. E
invece, a dispetto di chi è convinto che il mondo delle idee non sia in perenne movimento e in eterna rivoluzione, questo libro è la dimostrazione di come l’imprevedibilità e la capacità di imparare sempre a guardare la vita da punti di vista diversi, a volte anche opposti, siano l’unica vera costante di questo personaggio per il quale le parole immobilità e staticità esistono solo nella loro accezione letteraria".


          ....esperienza unica....

mercoledì 28 agosto 2013

Caserecce al curry con verdure ed emulsione di ricotta al cocco

Ritorniamo in cucina. Oggi vi presento un piatto dal sapore orientale con prodotti della filiera corta della mia Regione. La particolarità è la pasta o meglio partecipo ad un contest sulla pasta Del Duca, pasta pugliese, Lecce per la precisione, organizzata da I Luoghi dell'anima.


Gli ingredienti sono semplici:

ragù di verdure
2 zucchine medie
1 melanzana viola
1 peperone verde
30 gr. cipolla
olio extra vergine di oliva

emulsione di ricotta al cocco
150 gr. circa di ricotta vaccina
2 cucchiai di latte
1 cucchiaio di burro di cocco o olio di cocco

350-400 gr. di caserecce al curry Del Duca


Preparazione: lavare, pulire le verdure. Ridurre a dadini molto piccoli e rosolare nel wok insieme alla cipolla tritata e olio evo, bagnare con brodo vegetale, quando le verdure saranno cotte ma croccanti, salare. 
Mettete a lessare la pasta e nel frattempo preparate l'emulsione di ricotta al cocco mettendo tutto in un frullatore.
Disponete in un piatto e buon appetito....il profumo e il gusto della pasta sono intensi addolcito dal cocco e dalla freschezza delle verdure....

N.B.: se non gradite la ricotta potete condirlo con solo olio di cocco che si trova nei supermercati biologici o altro formaggio cremoso.

Partecipo al contest


giovedì 15 agosto 2013

Dulcis in...Carta

....come dicevo ho abbandonato momentaneamente la parte dedicata alla cucina per partecipare ad un evento, una festa... dell'anima, con un piccolo stand che dedico al riciclo, al riuso della carta e del cartone con tecniche tradizionali della legatoria classica e non, come la tecnica del "quilling" chiamata anche filigrana di carta che si è rivelato un passatempo davvero ingegnoso oltre che economico.


Nel bel parco del Kidland a Pescara, 20- 21 agosto

Due giorni per dare spazio e cura all’anima, per nutrire corpo e mente, per stare insieme in compagnia e con gusto 

    VEG PARTY  

Sarà possibile cenare in loco, gustando ottimo CIBO VEGETARIANO e vegano. Tanti assaggini PENSATI PER SODDISFARE L’ESIGENZA DI OGNI PALATO. Per accontentare grandi e piccini, come nella migliore tradizione delle feste all’aperto 

   IL MERCATINO   

per conoscere le realtà creative presenti sul territorio, il gusto, la qualità da portare a casa

DULCIS IN CARTA Eco paper lab di Paola Prosperi. Uno stand animato per lavori di legatoria, riuso, cartonaggio, per riscoprire il piacere di creare da sè e di saper fare, da soli o con la famiglia, per condividere invenzioni e tramandare antiche tradizioni, sempre nel rispetto di ogni creatura e della nostra terra.

.....ALCUNI DEI MIEI LAVORI


complementi d'arredo, da appendere, 
per decorare pacchetti, alberi di natale, vasi di fiori, piante


segnalibri con cartoncino riciclato che si trova nelle confezioni delle collant 
e carte di vario genere, riciclate e non e altro ancora.........
Riscoprendo l'auto-produzione conquistiamo indipendenza e consapevolezza nei confronti di ciò di cui abbiamo realmente bisogno per vivere ed essere felici  (decrescita felice)

ARTE DEL CREARE di Antonella Orlando ed Elvira Seta. Bijoux artigianali in argento e pietre naturali che ci ricordano il senso profondo del Bello 

LA CIUETTA di Michela Di Lanzio. Editoria indipendente, favole fatte di sola immagine. La terra, gli animali, le storie e i racconti rivisitati in chiave crudele e ironica per mezzo di una scrittura fatta di penne, pennelli e pellicola.

DETTAGLI di Valeria Agnello . Borse in fettuccia, bamboline in stoffa, ricamo punto croce a mano. Il fascino di un artigianato che va oltre il tempo

DIANA TZANCOVA Quando il cucito e la creatività diventano sogno e si trasformano in un arcobaleno di colori

DOMENICO D'EUSANIO e le suggestioni dell’antiquariato spagnolo

MON AMOUR LINGERIE di Luisa Spinozzi. Quando seduzione significa garbo ed eleganza, stare bene con sé e per questo piacere all’altro

IL VETRO IN TESTA di Alessia Fatone. Creazioni artigianali in vetro realizzate sotto i vostri occhi attraverso la potenza alchemica del fuoco

CASEIFICIO LA PERFETTA della famiglia Glieca. Prodotti caseari di altissima qualità realizzati con caglio vegetale

FOREVER LIVING Gli effetti benefici dell’aloe vera in tutte le sue applicazioni

SAICOSATISPALMI di Barbara Righini. cosmesi bio-eco-compatibile. Essere belli, in salute e nel rispetto totale dell’ambiente

BORRACCE DI POESIA di Alessandro Ricci. Un’idea che coniuga la tradizione del gesto poetico del pedalare – evocando il ciclismo d’altri tempi – con quello che la bici rappresenta nelle scelte contemporanee di mobilità

LA BOTTEGA DELLE ARTI di Fabio Amoroso. Ceramiche che uniscono al valore della tradizione l’estro dei soggetti e il rigore finissimo del pennello a punta piccola

LOGIS DESIGN di Maria Grazia Di Giandomenico. I pezzi nascono e crescono come un'alga, seguendo inesprimibili regole interne, appunto come le piante o le aggregazioni di cellule.

I LUOGHI DELL'ANIMA Psicolibreria, erboristeria, alimentazione alternativa. Dal benessere della Terra, a quella del corpo e della mente, passando per il cuore 


*sarà presente lo stand della LAV - Lega Anti Vivisezione Pescara

giovedì 18 luglio 2013

Cous cous di zucchine e alici di Sicilia

Buongiorno, questa mattina vi propongo un piatto molto sfizioso per queste giornate estive, veloce da preparare con ingredienti semplici tipici della cucina mediterranea. Zucchine provenienti dalla filiera corta e alici sott'olio della Sicilia.


Ingredienti per 4 persone

300 g di cous cous precotto
5 dl acqua
due noci di burro
200 g zucchine
alici sott'olio
olio extra vergine di oliva

Preparazione
Bollite l'acqua leggermente salata in un pentolino, nel frattempo disponete il cous cous precotto in una ciotola larga.
Versate un po' di acqua sul cous cous e con una forchetta sgranarlo aggiungete due noci di burro e lasciate rinvenire mescolando di tanto in tanto.
Nel frattempo preparate le zucchine a tocchetti o rondelle e cuoceteli in una padella con un filo d'olio evo e della cipolla tritata, bagnate con un po' di acqua calda. Appena saranno cotte unite al cous cous, amalgamando bene. Servite il piatto mettendo sopra le alici e irrorando con dell'olio extra vergine di oliva aromatizzato al limone e peperoncino fresco.

giovedì 6 giugno 2013

Libri abruzzesi

Mi piace condividere con voi due libri "abruzzesi", molto diversi ma che descrivono la mia Regione in modo originale e non scontato, il primo è "Emozioni a tavola".....


......fa parte di un Progetto di un laboratorio socio-occupazionale che potete leggere qui http://www.anffasortona.org/?emozioni-a-tavola,71


"Cibi come paradigma di emozioni. Che il gusto possa cogliere l'afrodisiaco, va bene, ma che poi inneschi felicità o sconfigga la tristezza anche attraverso i colori, ci volevano i ragazzi dell'Anffas ortonese a raccontarlo con brio e originalità in un libro dal titolo "Emozioni a tavola", che porta la prefazione del cuoco doc, Niko Romito. "Alla base di una mia ricetta", dice Romito, "c'è sempre una spinta emotiva. Si può partire da un prodotto, un colore, un'immagine o solo da uno stato d'animo"".

*********************************************************************************************

L'altro libro "La cucina abruzzese dei trabocchi", ci descrive un'angolo molto bello e ricco di storia del nostro Abruzzo, nello sfondo si può notare la tipica tovaglia abruzzese




"Il volume è una preziosa guida storica alle tradizioni più genuine di un territorio ben definito. Una guida che si basa su ricette della vera cucina tradizionale, quella “fatta in famiglia”, realizzate nelle case dei sanvitesi e per questo straordinariamente vere, quasi primitive: le conserve fatte in casa non rappresentano semplicemente ottime trasformazioni dei prodotti agro-alimentari del territorio, ma hanno una valenza culturale, in quanto frutto di lavori collettivi rituali. Il libro infine ha un’altra caratteristica molto importante e particolare, un valore aggiunto che nella vera gastronomia tradizionale non è solo il “mangiare”: ci sono significati e spiegazioni, connotazioni rituali e storiche, legami culturali." - Feltrinelli - 

Buona lettura!

giovedì 30 maggio 2013

Plumcake integrale alla confettura di pere

Buongiorno,
vi propongo un dolce, con pochi ingredienti ma caratterizzata da una farina integrale proveniente dalla Sicilia, grezza ma vellutata, “morbida”,  per la macinatura particolare, dal profumo intenso come descritta sulla confezione “risulta qualitativamente eccezionale grazie a un lento processo di molitura con macine di pietra”.



Ingredienti:

3 uova intere
100 g di zucchero semolato
60 g di olio di semi di mais
confettura di pere (circa 150 g)
50 g di noci tritate
300 g circa di farina integrale
una bustina di lievito per dolci

Preparazione:
Prendete una ciotola capiente e montate le uova con lo zucchero fino alla consistenza cremosa, incorporate l’olio mescolando con la frusta a mano e la confettura di pere. Quando il composto sarà omogeneo incorporate un po’ alla volta la farina integrale insieme al lievito finchè non avete raggiunto la giusta consistenza, inserite in ultimo le noci tritate.
Mettete il composto in una tortiera per plumcake precedentemente imburrata ed infarinata o meglio prendete della carta da forno bagnatela con dell’acqua, strizzatela bene e foderate lo stampo. Infornate a 160 gradi per circa 40 minuti (controllate con uno stecchino!).
Fate raffreddare e spolverizzate con zucchero a velo.


Questa è la confezione di farina che ho utilizzato


A presto, per altre ricette interessanti!

domenica 12 maggio 2013

Cupcake per la Festa della mamma

Non potevo mancare a questo appuntamento, la mamma è la mamma! Cupcake colorati e allegri per la Festa più dolce e tenera che c'è.



Ecco la ricetta:
150 g di farina 00
100 g di burro morbido
2 uova
90 g di zucchero
125 g di yogurt
2 cucchiai di succo di limone e scorza grattugiata
1 cucchiaino di lievito per dolci

Montare a crema il burro con lo zucchero e la scorza grattugiata del limone, aggiungere uno alla volta le uova mescolando bene, lo yogurt ed il succo. A parte setacciate la farina con il lieivito ed incorporate al composto.
Mettete nei pirottini, versando l'impasto fino a metà o poco più. Passate in forno già preriscaldato a 180 gradi per 20 minuti. Sfornateli e lasciateli raffreddare.
Nel frattempo preparate il frosting con 175 gr. di burro morbido, 250 gr. di zucchero a velo, un po' di succo di limone e un cucchiaio di alchermes. Mettete la crema in un sac a poche con beccuccio a stella e decorate i cupcake.
Ho usato petali di rosa zuccherati acquistati presso http://www.librerialuoghidellanima.com.


Alcuni cupcake li ho farciti con frutti di bosco congelati passati in padella con un po' di zucchero e succo di limone.

                                                                                                    Grazie a tutte le mamme!
___________________________________________________________________________________

Come tradizione, in occasione della Festa della Mamma, con l'Azalea della Ricerca AIRC vi offre un modo unico e ricco di significati per festeggiare tutte le mamme


mercoledì 24 aprile 2013

Orecchiette con pomodorini, taccole e patate novelle

Buon pomeriggio, per pranzo ho cucinato un piatto primaverile, leggero e gustoso. Ho comprato dei pomodorini, taccole e patate nuove.



Gli ingredienti per circa 4 persone sono:
5-6 pomodorini non tanto piccoli
150 g di taccole o piattoni
una patata
4 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
1 spicchio d'aglio
mezzo cucchiaino di peperone dolce
pasta orecchiette, di solito 60-70 g a testa


In una padella larga mettete l'olio evo con l'aglio e fate rosolare lentamente poi colorate l'olio con il peperone dolce. Aggiungete i pomodorini lavati e tagliati in quattro parti e fate cuocere per circa 10-15 minuti così da formare un sughino poi aggiungete le taccole lavate e tagliate e la patata novella tagliata a pezzetti (io le ho fatte tonde) e continuate a cuocere aggiungendo del brodo vegetale o acqua tiepida (mezzo bicchiere), regolate di sale.
A cottura quasi ultimata mettete a lessare le orecchiette, quando saranno cotte al dente mettetele dentro la padella per farle insaporire con il sugo.
Impiattate irrorando con dell'olio extra vergine d'oliva nuovo e del basilico fresco. 
Il risultato è stato veramente ottimo.

martedì 23 aprile 2013

Coppette di fragole e crema di ricotta allo zafferano

Sfogliando un libro di ricette tradizionali abruzzesi ho trovato una ricetta molto semplice e d'effetto per fare la crema senza uova per accompagnare una macedonia di frutta, con le fragole è risulta ancora più delicata.


Vi riporto il testo della ricetta: 
"Non ha bisogno di cottura questo dolce a base di sei etti di ricotta di pecora impastata con un po' di zucchero, un po' di vino passito e un pizzico di zafferano"

Per 100 g di ricotta ho messo 50 g di zucchero a velo che ho amalgamato bene, poi ho aggiunto un cucchiaio di vino passito e un pizzico di zafferano in bustina.
Dal sapore e dal colore dà l'idea della crema  allo zabaione. 


Ho preso un bicchiere per il cognac e ho messo la crema accompagnata da una macedonia di fragole insaporite precedentemente con un po' di zucchero e succo di limone.

Per finire una coppetta allegra....aggiungendo un po' di panna......


                                                     A presto                                      

mercoledì 10 aprile 2013

Spaghetti di saragolla al sugo di baccalà e olive nere

Mi piace molto cucinare le paste artigianali fatte con cereali antichi, dal sapore intenso. Vi propongo un piatto tipico della Dieta Mediterranea a base di pesce, baccalà.


La salsa per il sugo è quella che si fa in casa normalmente, semplice:

per 4 persone
800 g di baccalà già ammollato
mezza cipolla
1 cucchiaino di peperone rosso dolce a pezzetti
500 g di pomodori a pezzetti o passata
50 g di olive nere denocciolate
4-5 cucchiai di olio extra vergine di oliva
sale

Fate soffriggere la cipolla a fettine sottili in una padella, con l'olio evo, aggiungete il baccalà tagliato a pezzetti, il peperone dolce e le olive tagliate a rondelle. Unite il pomodoro, allungandolo con un po' di acqua. Mettete il coperchio e fate cuocere per circa 40 minuti a fuoco moderato. Regolate di sale. Versate gli spaghetti di saragolla circa 350 gr. lessati a parte....e buon appetito!


Alla fine ho aggiunto dell'ottimo olio extra vergine di oliva fresco, per rendere il piatto ancora più gustoso.
Related Posts with Thumbnails