Una domenica all'Aquila..

Finalmente trovo un po' di tempo per potervi raccontare della domenica passata a L'Aquila.
Sono partita insieme a mia madre per andare a trovare mia sorella o meglio per festeggiare il suo compleanno.
Giornata bellissima, tiepida, colori autunnali, tipica di ottobre!
Quando siamo arrivate per prima cosa siamo andate a Piazza Duomo dove si stava svolgendo una manifestazione importante e soprattutto golosa per dare un contributo significativo alla città dell'Aquila.


La più famosa kermesse di cioccolato - Eurochocolate - che si tiene a Perugia. per la prima volta nel nostro capoluogo di Regione, con lo slogan "Ricostruire l'Aquila con dolcezza".


E' la sorpresa mia sorella l'aveva fatta a noi prenotando una degustazione presso uno stand "Specialità abruzzesi". Non potete immaginare che profumo!


Erano presenti diversi produttori artigiani locali del settore agroalimentare riunitisi nel Consorzio Prodotto a L'Aquila.
Dopo una breve introduzione siamo passati al primo assaggio: pane e salumi..non potete immaginare che bontà!
Il pane a lievitazione naturale prodotto da uno dei forni più antichi dell'Aquila "Peppinella", cotto a forno a legna.


I salumi, invece erano del Sig. De Paolis che ci ha fatto gustare un guanciale di maiale a fette molto sottili, un pezzetto di salsiccia di fegato di maiale ed un altro sempre di fegato di maiale al miele, quest'ultimo molto raffinato e soprattutto molto digeribile.


Poi la parola è passata ad una gentile signora di nome Maria Teresa che ci ha fatto degustare la produzione dei suoi dolci - DOLCI AVEJA - descrivendoci le caratteristiche di ogni dolcino.
I prodotti sono fatti con pochi ingredienti ma  selezionati in particolare le mandorle e le nocciole e poi il cioccolato fondente o bianco, il miele, rum a seconda del dolcino.


Devo dire veramente genuini ed artigianali, fatti come si facevano in casa una volta!
Se volete saperne di più potete consultare il sito http://www.dolciaveja.it/

Siamo uscite veramente soddisfatte e soprattutto orgogliose di appartenere ad una Regione, l'Abruzzo, "forte e gentile" ed in particolare al capoluogo aquilano che con tanta dignità sta cercando di risollevarsi con le proprie capacità e la fermezza che lo distingue.
Continuando il nostro giro tra gli stand abbiamo trovato quello che vendeva la Cazzuola dei Costruttori di Dolcezze, un modo per sostenere la ricostruzione di una parte della città. Tutto esaurito in poco tempo!


..e poi non potevano mancare i famosi confetti di Sulmona!


Particolare importanza e simbolo della manifestazione è stata l'Aquila di cioccolato realizzata dall'artista marchigiano Emidio Sturba che con un blocco unico di cioccolato ha realizzato la scultura, un capolavoro e tanta maestria. Complimenti!


Per finire, volevo dire che di parole se ne sono dette tante sul terremoto e su tutto quello che ha provocato. In un certo senso ha rimescolato le carte in tavola, ha fatto emergere le problematiche diffuse che già c'erano, ha rimesso in discussione non solo la città come ubicazione ma anche l'animo e i sentimenti umani che erano sopiti dalla routine del vivere quotidiano, adesso è dura rimettere a posto  i cocci, ma sono convinta che la determinazione e l'amore per la propria città saranno ricompensate, la speranza è l'ultima a morire!





Commenti

Post popolari in questo blog

Biscotti abruzzesi "Li rimbizze"

Tarallini al mosto cotto

Cachi verdi sott'olio